Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Carnevale della Rivoluzione ambientale

27 Febbraio | 14:00 18:00

Allargare il Passante a 18 corsie, costruire nuovi distributori e cementificare il territorio non è una festa!

Vieni al CARNEVALE DELLA RIVOLUZIONE AMBIENTALE

domenica 27 febbraio 2022, ore 14.00 partenza da Piazza dell’Unità

Grande SFILATA IN MASCHERA

PERCHE’ MANIFESTARE?

  • PASSANTE DI MEZZO. Già oggi questa infrastruttura causa, secondo i dati diffusi dall’amministrazione comunale, oltre il 40% delle emissioni da traffico veicolare che si registrano in città: lo vogliono allargare dalle attuali 12 fino a 18 corsie: più traffico = più inquinamento.
  • INQUINAMENTO. Le immagini satellitari mostrano che la Pianura Padana è una delle aree maggiormente inquinate d’Europa. I limiti di legge vengono superati ripetutamente, causando gravi ricadute sulla salute di tutte e tutti noi.
  • TRASPORTI. In Italia solo il 13% delle merci viaggia su ferrovia. Allargare il Passante significa continuare a investire sul trasporto su gomma.
  • TERRENI AGRICOLI. Il Comune di Bologna ha autorizzato la costruzione di sette nuovi distributori di carburante in area agricola. Si tratta di una scelta che consuma altro suolo agricolo e che non permette al nostro territorio una rapida transizione per uscire dal fossile.
  • QUALITA’ DELLA VITA. L’auto è per molte/i l’unico mezzo per spostarsi, ma toglie tempo alla vita delle persone. I bolognesi hanno diritto ad avere un sistema di trasporto pubblico rapido, sicuro, comodo ed efficace, e la possibilità di muoversi in bici o a piedi in sicurezza e velocità. Chi può rinunciare all’automobile, vive meglio.

2 MILIARDI DI EURO: possiamo spenderli per migliorare il benessere dei cittadini, o per allargare un’autostrada che attraversa la nostra città.
NOI SCEGLIAMO LA PRIMA SOLUZIONE. E TU?

Leggi l’appello della Rete delle Lotte Ambientali Bolognesi

>>Invitiamo tutte/i le/i partecipanti a indossare la mascherina e rispettare il distanziamento fisico per tutelare la salute collettiva <<

Piazza dell’Unità, Bologna