Al momento stai visualizzando Passante di Mezzo: irresponsabili. Nuova mobilitazione il 16 gennaio

Passante di Mezzo: irresponsabili. Nuova mobilitazione il 16 gennaio

Oggi il Consiglio Comunale di Bologna approva la delibera sul Passante di Mezzo. Lo fa il 27 dicembre, perché chi l’ha proposta non vuole le/i bolognesi tra i piedi. Pubblichiamo di seguito il comunicato della Rete delle Lotte Ambientali Bolognesi.


Il Consiglio Comunale ha approva l’allargamento del Passante di Mezzo: se il progetto sarà realizzato, l’autostrada e le tangenziali che attraversano Bologna si amplieranno fino a  18 corsie nel tratto centrale, più larghe di Piazza Maggiore. E’ una scelta politica ideologica e irresponsabile presa senza aver prima condotto un’indagine epidemiologica indipendente che valuti l’impatto dell’attuale e della futura infrastruttura sulla salute dei bolognesi e che aumenterà l’inquinamento in città, senza alleviare i disagi dei pendolari alle prese con code quotidiane.

Altre città e regioni europee hanno investito sul trasporto pubblico e sulla mobilità dolce, disincentivando l’uso dell’auto e attivando politiche per spostare dalla gomma al ferro il trasporto delle merci. Bologna e l’Emilia Romagna vanno in controtendenza e si allontanano dall’Europa, approvando infrastrutture che inquinano e non favoriscono un cambiamento locale e nazionale nel sistema della mobilità. Con quale coerenza il Comune di Bologna si candiderà a essere tra le cento città che la Commissione Europea selezionerà per indicare la strada della transizione climatica, quando ha appena approvato un’opera che, come dice lo stesso progetto, farà aumentare il traffico e crescere dal 40% al 50% il contributo del Passante all’inquinamento cittadino?

Questa scelta è contro i bolognesi e contro i pendolari, costretti a respirare ogni giorno l’inquinamento di strade e autostrade e ad affrontare code e disagi perché le istituzioni preferiscono spendere i soldi pubblici in asfalto piuttosto che produrre un vero cambiamento nella mobilità locale, regionale e nazionale. E’ una scelta politica, della quale ogni consigliera/e che ha votato a favore porterà la responsabilità.

Il voto, tuttavia, non chiude questa vicenda. Noi siamo per la tutela della salute; rivendichiamo un futuro per le prossime generazioni attraverso una rivoluzione ambientale e climatica; ci mobilitiamo perché i bolognesi possano essere liberati dal traffico che il Passante farà aumentare. Quest’oggi ci siamo limitati a lasciare un sacco di carbone sotto l’albero di Natale di Piazza del Nettuno: aver fissato il consiglio comunale a Natale, infatti, significa che l’amministrazione comunale non vuole i cittadini tra i piedi. Che approvino opere devastanti nella loro solitudine: noi torneremo in piazza tra e con coloro che vivono questa città il 16 gennaio 2022, due giorni prima della Conferenza dei Servizi, per una biciclettata rumorosa che partirà da Piazza dell’Unità alle ore 14:00. 

Bologna, 27 dicembre 2021

Visita il sito della Rete delle Lotte Ambientali Bolognesi per saperne di più.

Lascia un commento